11 Agosto 2020
news
percorso: Home > news > News Generiche

L'ESCLUSIVA SPECIAL INTERVISTA
INSIEME ad Antonella Licciardi, Laura Bruno, Luca Vivirito, Vincenzo Mastropaolo,Maurizio Ingui',Toti La Bianca, Alessio Scaletta,Piergiuseppe Re, Matteo Cicero e Antonietta Fazio sulla situazione attuale di emergenza Coronavirus

24-04-2020 09:47 - News Generiche
Tecnici Special Intervista
L'ESCLUSIVA SPECIAL INTERVISTA
INSIEME ad Antonella Licciardi, Laura Bruno, Luca Vivirito, Vincenzo Mastropaolo,Maurizio Ingui',Toti La Bianca, Alessio Scaletta,Piergiuseppe Re, Matteo Cicero e Antonietta Fazio sulla situazione attuale di emergenza Coronavirus nel Sociale e nello Sport.....abbiamo ascoltato i loro pareri ai nostri Microfoni.

Ecco cosa abbiamo chiesto:
1) Ciao carissimi, dal 5 Marzo le disposizioni del Governo Conte, hanno portato a sospendere tutte le attività sportive e non solo, come state vivendo questo momento storico e sociale così delicato?

2) Che iniziative di natura didattico-sportive ON LINE avete creato in queste settimane per cercare di rimanere Uniti anche da casa? E che iniziative di natura sociale a sostegno di famiglie bisognose?


3) Una vostra considerazione in merito ad una possibile ripresa della Vita Reale, nella quotidianità, nei rapporti con gli altri nel sociale e nello Sport, quale sarà la possibile tempistica in merito?

----Vediamo come loro hanno risposto alle nostre Domande.....Buona Lettura a tutti voi:

-Antonella Licciardi
(Tecnico Federale F.I.G.C. - Allenatore SSD Palermo Calcio Femminile)
1) Il momento è veramente unico e tutto ci è piombato addosso in maniera del tutto inaspettata ed improvvisa . Siamo di fronte ad una pandemia e penso che il tutto non è facile da metabolizzare e principalmente che il nostro modo di vivere nel futuro prossimo sarà molto condizionato e stravolto da questa esperienza incredibile . Dal punto di vista personale , continuo il mio lavoro di insegnante di ed. fisica alla scuola secondaria di primo grado , con la Didattica a Distanza , cercando di stare vicina ai miei alunni e supportarli oltre che didatticamente anche personalmente.

2) Per quanto riguarda la squadra, abbiamo programmato con lo staff allenamenti da poter fare in casa , con l'obiettivo principale del mantenimento della condizione fisica e un minimo di rapporto con la palla. Massima attenzione è anche la relazione con il gruppo squadra e per questo utilizziamo le piattaforme digitali che ci permettono di fare video-call cosi da far vivere l'allenamento , per quanto possibile,in maniera più piacevole e condivisa.

3) Penso proprio che , la cosa principale, alla ripresa, sarà quella di mantenere un comportamento che abbia a cuore la salute nostra e delle persone con cui entreremo in contatto.
E' prevedibile che il nostro modo di relazionarci subirà un cambiamento e ci vorrà tempo per poter vivere serenamente le ore che trascorreremo collettivamente. E' molto importante che la vita lavorativa del paese riprenda, ma ci vorrà tempo e pazienza. In ambito sportivo e per il calcio in particolare , la vedo veramente dura !! Penso che , per i Campionati Dilettanti , c'è da aspettarsi uno stop definitivo della stagione sportiva. Altro discorso , forse , sarà fatto per il Campionato di serie A .
Vedremo nei prossimi giorni cosa decideranno gli organi competenti.

-Laura Bruno
(Tecnico Federale F.I.G.C. - Rappresentativa Regionale Siciliana Calcio a 5 Femminile).


1) Ciao Andrea,beh è indubbiamente un periodo difficile ed estremamente delicato, un periodo che ricorderemo per il resto della nostra vita.
Siamo costretti a sospendere il lavoro,gli impegni tutte le attività e non solo quelle sportive. Inizialmente è stato più facile,mi sono organizzata impegnandomi in cose che nella normalità non avrei mai avuto il tempo di fare, ma adesso, ad un mese e mezzo sono un pò stanca.
C'è voglia di riprendere la routine, di vedere gente e fare ciò che magari prima era scontato e naturale.
Speriamo passi tutto presto, è ovvio che una normalità immediata sia impossibile ma sicuramente un decreto con meno divieti e un più liberta' ci farebbe bene all' anima e all'umore


2) In un momento come questo è importante essere solidali verso chi ha più bisogno, anche piccoli gesti, piccole donazioni di beni primari possono essere d aiuto e insieme portano verso gesti importanti.
Io come molta gente ho fatto ho fatto quanto potuto......
Un aspetto positivo in questa tragedia è sicuramente la presenza di internet e della rete in ogni casa.... In qualche modo questo ci tiene vicini anche a distanza e porta in casa quello di cui abbiamo bisogno....Io sto approfitto di questo periodo in casa e della rete per aggiornarmi su quelli che sono i miei interessi e le Mie passioni tra cui il futsal per esempio, spesso seguendo delle dirette di colleghi o con dei confronti con altri sportivi del settore che sono sempre molto interessanti.


3) Come dicevo un immediato ritorno alla normalità è ovvio sia impossibile, ancora non esiste un vaccino o una cura a questo virus e bisogna assolutamente evitare una ricaduta. Un po per paura, un po' per evitare passi falsi sarà utile andare con i piedi di piombo e con le giuste precauzioni in ogni campo, così anche nel nostro caso nello sport. Sta per arrivare maggio e ormai è quasi ufficiale che non sarà possibile riprendere le attività agonistiche e non in questo anno calcistico,se non ai massimi livelli per interessi economici. Ma credo sia giusto cosi.
Io credo che usciremo da questo periodo sicuramente più forti e consapevoli di quanto non lo fossimo prima, una pandemia mondiale non è una cosa che succede spesso ma l'uomo e gli sportivi in particolar modo vengono stimolati dalle sfide difficili, dalle partite meno scontate, per questo, non so quando tornerà la normalità, ma sono sicura che appena potremmo tornare in campo lo faremo con ancora più passione, più voglia, più agonismo e più mordente di prima.


-Luca Vivirito
(Allenatore Mediatrice CSI Under 8)
1) Dal 5 maggio è arrivata questa disposizione che ritengo giusta essendo una disposizione per salvaguardare la salute di tutti.
È molto difficile vivere in questo periodo ma bisogna fare dei sacrifici per uscirne al più presto.

2) Per rimanere in contatto nonostante questo periodo abbiamo fatto delle challenge on line, dove mostriamo dei ricordi o registriamo video per rimanere il più possibile in contatto con i bambini

3) Speriamo al più presto nella ripresa della vita quotidiana e di poter organizzare delle amichevoli con i nostri bambini per festeggiare la sconfitta di questo virus


-Vincenzo Mastropaolo
(Allenatore S.Maria Della Dajna Marineo CSI Under 10)
1) Dici bene ,questo è un momento d'avvero delicato dove ci ha presi tutti alla sprovvista, quindi è un po' come affrontare una nuova sfida (vita) nel miglior modo possibile, cercare di nn farselo pesare e per quanto si può aiutare tantissimo chi nn riesce a superare tutto questo.

2) Beh ..Ho cercato in qualche modo di farmi sentire vicino ai bambini lanciando challenge varie,allenamenti con il genitore tramite Whats App, fargli fare i disegni riguardante il momento ,palleggi, varie video chiamate ho addirittura cercato di creare dei vari video dove inviavano dei palleggi con tanto di saluto Dalla Santa Maria della Dajna e devo dire che in molti moltissimi assieme ai genitori hanno sostenuto ed apprezzato questo mio voler farmi sentire vicino a loro ...

3) Ma guarda come si usò dire
FUSSI PI MIA ...
ma ahimè sappiamo tutti la gravità della situazione ...
Non sono mai stato un "tuttologo" lascio fare a chi è di competenza il suo lavoro e confido in loro ..!!!
Credo e spero che molto presto qualcosa comincerà a muoversi nn so quello che succederà a noi penso solo ad essere ottimista e dire l'ormai fatidica frase "CE LA FAREMO" ma x il momento continuano a rimanere a casa per il nostro bene ed il bene di tutti ...Siamo nelle mani di DIO.


-Maurizio Ingui'
(Allenatore S.Maria Della Dajna Marineo CSI Under 8)
1) Diciamo che è stata è continuerà ad essere una situazione al dir poco surreale specialmente per i bambini che avevano diversi appuntamenti durante la settimana tra allenamenti e partite ma sono fiducioso e con l'aiuto di Dio ritorneremo più sociali di prima .

2) Io la fortuna di avere il campetto di calcetto di fronte casa mia e quindi ogni tanto mando una foto così gli faccio sentire sempre padroni di quell'aria , inoltre con l'auto degli altri mister abbiamo creato un video in cui loro sono i protagonisti tirandosi e palleggiando la palla .

3) Come dicevo prima, confido in una scossa e veloce ripresa della quotidianità e delle attività sportive specialmente per i nostri bambini (anche perché il corridoio e il salotto non so fino a quando reggono con tutte queste pallonate��)detto ciò indipendentemente dal colore della maglia , c'è un bisogno estremo nel confronto tra di loro e spero che per giugno si posso ritornare almeno a fare qualche partitella amichevole magari contro la mediatrice �� tanto ci pensa Danilo Ingui�� a mettere tutti d'accordo ..Ciao e complimenti al sig Andrea Dieli per averci coinvolti in questa bellissima iniziativa..


-Toti la Bianca
(Tecnico Federale F.IG.C. e Resp. Tecnico Sc. Calcio Avanti Tutta)
1) Ciao Andrea,dal 5 Marzo è iniziato questo difficile momento per tutti noi, lontano da persone care, lontani dal lavoro e nel mio caso dai bambini e ragazzi della scuola calcio che mi mancano molto.
Non è semplice per chi come noi educatori e allenatori abituati a stare tutto il giorno in campo, restare chiusi a casa.
Sicuramente abbiamo e stiamo approfittando del momento per stare un po' con i familiari e i figli........ Certamente ne stiamo approfittando per riflettere su ciò che veramente è più importante nella vita, quei valori che spesso abbiamo dimenticato travolti dalla frenetica e caotica quotidianità.
Ovviamente c'è un po' di paura per la nostra salute ma dobbiamo reagire e con coraggio usciremo vittoriosi.

2) Ho cercato di rimanere vicino e presente giornalmente con i miei allievi e anche con i genitori che mi seguono per continuare ad essere anche da lontano un punto di riferimento e un supporto psicologico.
Ho cercato anche a casa di fare svolgere un po' di attività fisica con e senza palla attraverso dei video didattici, ci sentiamo giornalmente attraverso video chiamate o semplici messaggi vocali per darci forza reciprocamente.

Dal punto di vista delle iniziative di natura sociale devo dire che le stesse famiglie dei miei allievi sono state molto attive attraverso la proposta di raccolti fondi per il settore sanitario e attraverso la raccolta di beni prima necessità per parrocchie e famiglie più bisognose.

3) A breve dovremmo passare alla fase 2 segno che la battaglia contro il virus comincia ad avere buoni risultati.
Sappiamo che la strada è ancora lunga e che per riprendere le nostra attività prima ci dovranno essere tutte le condizioni di sicurezza per i bambini e gli atleti in generale.
Devo dirti che giornalmente i miei allievi mi chiamano e mi chiedono quando ricominceremo gli allenamenti.
Aspettiamo fiduciosi di poterlo fare presto senza rischi.
La riapertura avverrà a gradi...... Io spero che per il mio settore si possa ripartire entro l'inizio della prossima stagione.
Ma se si potesse iniziare prima sicuramente non ci faremo trovare impreparati.
Viviamo per ora alla giornata e pensiamo a tutelare il bene più prezioso che è la salute di tutti.


-Piergiuseppe Re
(Allenatore CSI S.Fortunata Baucina)
1) Intanto Andrea voglio farti i miei complimenti per l‘iniziativa e voglio ringraziarti per aver coinvolto anche la nostra società. Sicuramente questo è un momento difficile per la nostra nazione, ma in generale direi anche a livello globale. Un virus ci ha costretti ad allontanarci l'uno dall'altro a rinunciare ad aspetti della quotidianità che fino a poco tempo fa non apprezzavamo e che davamo per scontati. Credo, che oggi più che mai sia pertinente una massima aristotelica proferita più di duemila anni fa, il filosofo greco diceva "l'uomo è un animale sociale; l'attuale pandemia sta evidenziando proprio questo aspetto. Non siamo abituati a rinunciare ai nostri parenti, ai nostri amici, al nostro lavoro, più in generale, alla nostra vita quotidiana nella società. Questa situazione ci concede del tempo per pensare a tante cose. Dobbiamo fare attenzione ed essere speranzosi, tutto finirà presto.

2) I nostri ragazzi sono a casa, e chissà quando potranno tornare a divertirsi serenamente giocando a calcio e stando insieme, all'insegna dei valori sportivi e dell'amicizia. Abbiamo pensato quindi di realizzare un video che mostrasse le loro foto dalla propria casa, lanciando un segnale di speranza e di unione e facendo sì che, anche in una situazione così complicata, i nostri ragazzi non smettano di sentirsi uniti, di sentirsi ciò che sono sempre stati, una squadra.

3) Non riesco davvero a immaginare una tempistica certa. Ci troviamo al cospetto di un virus del tutto nuovo, quindi non ci resta altro da fare che affidarci al parere degli esperti e di chi sta dentro le istituzioni. Una cosa è certa, per tornare ad una vita reale come la conoscevamo prima ci vorrà del tempo, serve sicurezza assoluta prima di tornare sul campo di calcio spensierati come prima. Non vedo l'ora di riabbracciare i miei ragazzi, di scendere in campo con loro, di condividere le gioie che solo questo sport sa dare; non vedo l'ora che tutto sia finito.


-Alessio Scaletta
(Allenatore CSI S.Fortunata Baucina)
1) Ciao Andrea, innanzitutto ti ringraziamo per quello che stai facendo, certamente questo è un periodo difficile per tutti quanti, e come tutti stiamo rimanendo a casa,con la famiglia, ma ci manca sempre qualcosa, manca la normalità che c'era prima, ci mancano gli allenamenti perché in fondo l'allenamento era anche un divertimento, ci mancano le partite, le risate in campo, la gioia di una vittoria o la delusione per una sconfitta, ci manca questa bellissima famiglia che è il CSI (dai dirigenti, agli arbitri, agli allenatori, ai ragazzi di ogni squadra, a tutti quelli che incontriamo) ma fin da subito abbiamo pensato di fermare tutto questo per salvaguardare la salute di tutti in attesa che finisca tutto.

2) Fin da subito abbiamo pensato una cosa, tra le tante iniziative che si sono create abbiamo pensato di mandare un messaggio a tutti tramite i social facendo un video con tutti i nostri ragazzi con i cartelloni andrà tutto bene, con le frasi distanti ma uniti, di restare a casa, è abbiamo creduto fortemente in questo video per dare forza, ma soprattutto speranza a tutti, poi stiamo ancora lavorando su altri progetti.

3) Di certo la nostra speranza è che la normalità torni il prima possibile, ogni giorno ci svegliamo sperando che sia stato solo un incubo, ma purtroppo non è così, sicuramente tutte le nostre abitudini cambieranno, almeno in un primo momento, ma siamo sicuri che finirà, e che ne usciremo più forti, perché tutti stiamo imparando ad apprezzare le piccole e semplici cose della vita, e alla fine tireremo un calcio anche al virus e questa volta saremo noi a segnare e a vincere questa partita, anche perché i nostri ragazzi sono la nostra speranza e il nostro futuro, sono quindi la speranza di un futuro migliore.


-Matteo Cicero
(Allenatore S.Vincenzo De Paoli C.S.I. Under 12-Ragazzi-Allievi-Juniores)
1) Il momento è davvero delicato, ovviamente i bambini e ragazzi, gli manca l attività sportiva, e la socializzazione con gli altri, ci aggiorniamo in continuazione tramite chat, essendo in corsa in tante competizioni ovviamente qualche ragazzo non l ha presa bene, ma ovviamente subentriamo noi allenatori, che prima di tutto non dobbiamo mai dimenticare di essere educatori, abbiamo fatto capire ai ragazzi che il problema non è provinciale regionale nazionale, ma purtroppo mondiale.



2) Mi sono subito attivato on line per fare degli allenamenti, con tutte le categorie dell' oratorio, e inoltre facendo alcune gare di palleggi diverte, così ci stiamo tenendo impegnati, e inoltre la nostra parrocchia, oltre a fare le sante messe on line, si è moltissimo attivata nel quartiere, per la raccolta di alimenti per le famiglie bisognose.


3) Purtroppo la tempistica non sarà breve, dovremmo tutti prendere precauzioni con guanti, mascherine, e distanze di sicurezza, sono certo che tutto andrà bene, sicuramente la ripartenza sarà a ottobre, con la speranza che il vaccino venga sperimentato nel breve tempo, non sarebbe male bloccare a livello calcistico le varie ctg, e continuare fino a dicembre l anno calcistico, così facendo non cancelliamo tutti gli sforzi fatti i primi 5 mesi.


-Antonietta Fazio
(Allenatore S.Giovanni Apostolo - C.S.I Under 8 - Under 12 - Ragazzi)
1) Dal 5 marzo, come in tutti i contesti, anche nel nostro centro aggregativo è cambiato tutto. Siamo passati dal campetto stracolmo di bambini e ragazzi, con così e suoni continui, al vuoto fisico e al silenzio assordante.
I primi giorni li ho vissuto da stralunata, ho preso contezza della gravità dopo qualche giorno, periodo in cui ho avuto un momento di scoramento e di quasi tentazione a chiudermi a casa non solo fisicamente. Però è durata poco, il pensiero dei nostri ragazzi e delle loro famiglie in difficoltà, e la vicinanza di benefattori, ha fatto "riflegliare" il momentaneo assopimento, per cui ora è vissuto tutto proiettato verso la ricerca delle soluzioni ai problemi che si presentano di volta in volta.


2) Gli educatori de nostro centro aggregativo sentono/vedono quasi quotidianamente i bambini e i ragazzi. Con molti di loro abbiamo attivato l'educativa on line a supporto della didattica a distanza della scuola, per cui si fanno i compiti e si provano a superare le lacune didattiche. Inoltre si sono anche scaricato giochi interattivi al fine mantenere, con i limiti delle distanze, il centro aggregativo aperto virtualmente.
Tante le foto e i video del passato che "tornano" a essere rivissuti.
Per quanto riguardo il sostegno alle famiglie, siamo a supporto del comune e della protezione civile per l'acquisizione delle domande per i buoni alimentari del comune. Inoltre siamo centro di distribuzione viveri, ad oggi a 50 giorni dall'emergenza abbiamo assistito centinaia di famiglie, molte delle quali dei ragazzi delle nostre squadre.

3) La tempistica credo sia lunga, è necessario comprendere quali sono le priorità e quali sono i rischi gravi on cui si incorre in caso di leggerezza nel sospendere le misure di contenimento del virus.
Auspico che in estate si possa comunque organizzare attività che possano essere aggreganti per i giovani e soprattutto di supporto alla funzione educativa delle famiglie, che oggi più che mai è chiamata ad essere al massimo.



RINGRAZIAMENTI E MENZIONI
--Ringraziamo tutti Voi di vero Cuore per la loro disponibilità',cortesia e gentilezza ad averci concesso l'Intervista, per quel che concerne le loro impressioni,pareri e speranze riguardanti l'attuale momento delicato che stiamo vivendo causa Covid-19, inviandoci anche una loro Foto.


DIRITTI
Tutti i Diritti dell'Esclusiva Intervista sono riservati dalla Scuola Calcio Oratorio Maria SS Mediatrice e da Andrea Dieli BlogSport!!!!



Palermo, li' 24/04/2020



--Andrea Dieli
Resp. Area Comunicazione
Scuola Calcio Oratorio Maria SS Mediatrice

e/o Resp. Andrea Dieli BlogSport




Fonte: Oratorio Maria SS Mediatrice -Andrea Dieli BlogSport

Realizzazione siti web www.sitoper.it